Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Visita Ufficiale del Signor Presidente della Repubblica nella Repubblica di Bulgaria (Sofia, Novo Selo, 17-18 aprile 2024)

69897

Il Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, si è recato in Visita Ufficiale nella Repubblica di Bulgaria il 17-18 aprile.  Il Presidente Mattarella è stato accolto dal Presidente della Repubblica di Bulgaria Rumen Radev con una cerimonia tenutasi presso la piazza Aleksandar Nevski, dove i due Presidenti hanno passato in rassegna la guardia d’onore e reso omaggio ai caduti. Al termine della cerimonia, il Presidente Mattarella si è recato al Palazzo Presidenziale, ove ha avuto  un colloquio con il Presidente Radev, nel corso del quale i due Presidenti hanno affrontato i principali dossier bilaterali, europei e internazionali. Al termine dei colloqui, i due Presidenti hanno rilasciato dichiarazioni alla stampa.  Il Presidente Mattarella ha successivamente incontrato il personale dell’Ambasciata d’Italia, dell’Istituto di Cultura e dell’Agenzia ICE di Sofia e una nutrita rappresentanza di connazionali residenti in Bulgaria.

Il giorno successivo, il 18 aprile, il Presidente Mattarella ed il Presidente Radev si sono recati alla base militare di Novo Selo per visitare il Multinational Battlegroup della NATO, guidato dall’Italia. A conclusione  il Presidente Mattarella ha incontrato i militari del contingente italiano.

  • Per maggiori approfondimenti sulla visita, visita la pagina dedicata sul sito web del Quirinale;
  • Per visualizzare le immagini della visita, clicca qui.
  • Per leggere le dichiarazioni rivolte alla stampa dal Presidente Mattarella, clicca qui.
  • Per leggere il discorso pronunciato dal Presidente della Repubblica in occasione del brindisi di apertura della cena offerta dal Presidente Radev, clicca qui.
  • Per leggere il discorso di saluto pronunciato dal Presidente Mattarella di fronte al contingente italiano del Multinational Battlegroup NATO di Novo Selo, clicca qui.