Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Musica barocca italiana con l’orchestra da camera di fama mondiale “I Solisti Veneti”, 12 settembre 2023

Il Festival Internazionale di Musica Estivo di Varna 2023 organizza, insieme all’Ambasciata d’Italia a Sofia e all’Istituto Italiano di Cultura di Sofia, il concerto dell’Orchestra da camera “I Solisti Veneti”, famosa in tutto il mondo, che si terrà il prossimo 12 settembre nel Centro per i festival e i congressi di Varna. Fondato da Claudio Scimone nel 1959, questa orchestra è salita rapidamente ai vertici dell’eccellenza musicale internazionale, guadagnandosi il plauso incondizionato della critica e degli appassionati di musica.

Gli impressionanti traguardi raggiunti parlano della loro abilità artistica, con oltre 6.000 concerti in più di 90 Paesi e una presenza costante nei festival più prestigiosi del mondo, tra cui 30 straordinarie esibizioni al Festival di Salisburgo. Le collaborazioni con alcuni dei più rinomati solisti della nostra epoca, tra cui June Anderson, Plácido Domingo, Marilyn Horne, Ruggero Raimondi, Itzhak Perlman, Sviatoslav Richter, Jean-Pierre Rampal e molti altri, sottolineano ulteriormente il loro straordinario percorso musicale.

Nel 2008, I Solisti Veneti sono stati insigniti del prestigioso premio “Una Vita per la Musica”, conferito dalla Fondazione Arthur Rubinstein. il Parlamento europeo ha riconosciuto il loro significativo contributo, assegnando ai Solisti Veneti una targa ufficiale, designandoli come “Ambasciatori della cultura e della musica attraverso i confini”.

Sotto la direzione del maestro Giuliano Carella, I Solisti Veneti trasporteranno il pubblico in un affascinante viaggio musicale attraverso la loro amata Venezia. Il programma prevede una meravigliosa selezione di composizioni di Vivaldi e Albinoni, entrambi nati a Venezia, oltre a opere di un altro maestro del Barocco, Arcangelo Corelli: un’esperienza musicale indimenticabile, che si propone di celebrare il ricco patrimonio della musica barocca italiana nell’incantevole cornice di Varna.