Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

EMERGENZA CORONAVIRUS COVID-19 - TUTTI GLI APPROFONDIMENTI

Data:

25/02/2020


EMERGENZA CORONAVIRUS COVID-19   -  TUTTI GLI APPROFONDIMENTI

Per chi arriva in Bulgaria dall'ItaliaVIAGGIARE SICURI

Si segnala che è stato introdotto il divieto di ingresso in Bulgaria per le persone provenienti dai Paesi ove si registrano casi di infezione da COVID-19  (tra cui l'Italia). Il divieto è in vigore da mercoledì 18 marzo 2020 fino a data da definire. Potranno comunque fare il loro ingresso i cittadini bulgari e i cittadini stranieri con permesso di soggiorno bulgaro permanente o di lungo termine e i loro famigliari.

Si segnala che è stato disposto l'obbligo di quarantena in isolamento di 14 giorni domiciliare per tutti i viaggiatori in ingresso nel Paese.

Si segnala che è stato introdotto il divieto di effettuare spostamenti tra le diverse aree regionali del Paese per tutti gli individui. Valgono le seguenti deroghe: spostamenti inderogabili per motivi di lavoro; urgenti motivi sanitari e di salute; rientro alla proprio residenza/domicilio/dimora abituale. Per potersi applicare le deroghe indicate l'individuo deve fornire adeguata certificazione in relazione al motivo occorrente. Viene richiesta dale Autorità bulgare la presentazione di un modulo di autocertificazione, disponibile anche sul sito del Ministero degli Interni bulgaro.

E' possibile recarsi all'aeroporto di Sofia dalle altre aree del Paese per prendere voli per rientrare presso i propri Paesi di residenza. Occorre stampare tutti i documenti comprovanti il volo (biglietti e carte d'imbarco) e portarli con sé. Poiché i controlli ai diversi passaggi regionali causano congestioni e rallentamenti al traffico, si consiglia di partire con congruo anticipo onde evitare di avere problemi con gli orari dei voli.

Sito del Ministero della Salute Bulgaro (contenuti SOLO in bulgaro) con le informazioni fornite dalle Autorità sanitarie bulgare circa le misure attuate

Le Autorità bulgare raccomandano, in caso di esposizione a possibili contagi (ad esempio dopo il rientro da un Paese ove sono presenti casi di Coronavirus) e in caso di presenza di sintomi influenzali di NON recarsi in ospedale o presso il proprio medico, ma di contattare il numero unico di emergenza 112 (attivo in diverse lingue compreso l'inglese).

Sito del Ministero degli Affari Esteri bulgaro con informazioni in inglese circa le misure adottate nel Paese. Informazioni possono essere richieste contattando i numeri sempre attivi messi a disposizione dalle Autorità bulgare (+35929482404; +35929713856) o via mail scrivendo a: crisis@mfa.bg

APPROFONDIMENTO: RECENTI MISURE ADOTTATE DALLE AUTORITA' BULGARE

 

Per chi si reca in Italia: Informazioni aggiornate sul Nuovo Coronavirus in Italia disponibili sulla pagina dedicata del Ministero della Salute

A seguito delle più recenti modifiche normative si raccomanda di prendere attenta visione della pagina del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale relativa ai “Cittadini Italiani in rientro dall’estero e cittadini stranieri in Italia”.

Si attira l'attenzione sull'obbligo di consegnare l'autodichiarazione sui motivi del viaggio anche ai vettori aerei al momento dell'imbarco. L'autodichiarazione deve contenere i motivi del viaggio in modo dettagliato (salute, lavoro, necessità assoluta), l'indicazione del luogo dove si trascorreranno i successivi 14 giorni di isolamento e un recapito telefonico anche mobile.

Si segnala che sono sospesi tutti i collegamenti aerei diretti con l'Italia. Pertanto è possibile recarsi in Italia solo facendo scalo in un Paese terzo.

Si segnala che è stato introdotto con Decreto Ministeriale del 17 marzo 2020 l'obbligo di osservare un periodo di isolamento fiduciario e di sorveglianza sanitaria di 14 giorni a tutti i viaggiatori in arrivo in Italia dall’estero, compresi i connazionali in rientro. I viaggiatori dovranno inoltre comunicare il loro ingresso nel Paese al Dipartimento di prevenzione dell’Azienda sanitaria competente per il loro territorio di residenza/domicilio/abitazione.

Si ricorda che, come disposto dal DPCM 9 marzo 2020 e dal DPCM 8 marzo 2020, che definiscono misure urgenti di contenimento del contagio e di contrasto del diffondersi del virus COVID-19, ancheagli stranieri, una volta entrati sul territorio nazionale, si applicheranno le misure ivi contenute restrittive della libertà di movimento sull'intero territorio nazionale, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative e situazioni di necessità ovvero spostamenti per motivi di salute.

Si segnala che una volta entrati in Italia sarà necessario mostrare alle forze dell'ordine il modello di autodichiarazione compilato attestante i motivi di spostamento sul territorio nazionale (comprovati motivi di lavoro; urgenza medica; necessità).

 

APPROFONDIMENTO: RECENTI MISURE ADOTTATE DALLE AUTORITA' ITALIANE

APPROFONDIMENTO: SITO DEL MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI E DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE ITALIANO

APPROFONDIMENTO: CITTADINI ITALIANI IN RIENTRO DALL'ESTERO E CITTADINI STRANIERI IN ITALIA


1099