Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

EMERGENZA COVID-19 - TUTTI GLI APPROFONDIMENTI

Data:

26/05/2020


EMERGENZA COVID-19 - TUTTI GLI APPROFONDIMENTI

Indice dei contenuti:

PER CHI ARRIVA IN BULGARIA DALL'ITALIA

PER CHI SI RECA IN ITALIA

--------------------

PER CHI ARRIVA IN BULGARIA DALL'ITALIA: consultare il sito VIAGGIARE SICURI

Si segnala che è stata introdotta la POSSIBILITA' DI LIBERO INGRESSO IN BULGARIA PER TUTTI I CITTADINI DI PAESI UE E SCHENGEN in deroga al divieto generale di ingresso (che rimane comunque valido).

Rimane in vigore l'obbligo di quarantena in isolamento di 14 giorni domiciliare per tutti i viaggiatori in ingresso nel Paese (con le eccezioni previste all'articolo 5 dell'Ordinanza n. 274 del 22 maggio 2020).

E' possibile il transito attraverso la Bulgaria per il rientro presso il proprio Paese di origine o di residenza ma occorre garantire un’immediata partenza dal territorio della Repubblica di Bulgaria. Viene richiesta la compilazione di un modulo di autocertificazione.

Sito del Ministero della Salute Bulgaro (contenuti SOLO in bulgaro) con le informazioni fornite dalle Autorità sanitarie bulgare circa le misure attuate

Le Autorità bulgare raccomandano, in caso di esposizione a possibili contagi (ad esempio dopo il rientro da un Paese ove sono presenti casi di Coronavirus) e in caso di presenza di sintomi influenzali di NON recarsi in ospedale o presso il proprio medico, ma di contattare il numero unico di emergenza 112 (attivo in diverse lingue compreso l'inglese).

Sito del Ministero degli Affari Esteri bulgaro con informazioni in inglese circa le misure adottate nel Paese. Informazioni possono essere richieste contattando i numeri sempre attivi messi a disposizione dalle Autorità bulgare (+35929482404; +35929713856) o via mail scrivendo a: crisis@mfa.bg

Sito dedicato all'emergenza COVID-19 creato dalle Autorità bulgare con i principali approfondimenti e le informazioni circa l'emergenza nel Paese.

APPROFONDIMENTO: RECENTI MISURE ADOTTATE DALLE AUTORITA' BULGARE

APPROFONDIMENTO: MISURE A SOSTEGNO DELLE IMPRESE IN BULGARIA

APPROFONDIMENTO: MISURE A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE IN BULGARIA

 --------------------

PER CHI SI RECA IN ITALIA: Informazioni aggiornate sul COVID-19 in Italia disponibili alla pagina dedicata del Ministero della Salute

A seguito delle più recenti modifiche normative si raccomanda di prendere attenta visione della pagina del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale relativa ai “Cittadini Italiani in rientro dall’estero e cittadini stranieri in Italia”.

Sulla base del D.L. 33 del 16 maggio 2020, fino al 2 giugno 2020 sono vietati gli spostamenti con l'estero, con mezzi di trasporto pubblici e privati, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute. Resta in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

Chiunque intenda fare ingresso nel territorio nazionale, dovrà compilare un'autocertificazione sui motivi del viaggio che va predisposta prima della partenza e consegnata al vettore già al momento dell'imbarco (art. 4 DPCM 17 maggio). Nell'autocertificazione è necessario indicare i motivi del viaggio secondo quanto stabilito dall'art. 1 commi 4-5 del DL 33, il luogo in cui si trascorrerà il successivo periodo di isolamento di 14 giorni e un recapito telefonico, anche mobile. Al momento dell'imbarco, il vettore acquisice le suddette autocertificazioni e provvede alla misurazione della temperatura dei passeggeri. L'imbarco non è consentito a chi manifesti uno stato febbrile o a chi presenti documentazione incompleta per giustificare il rientro in Italia.

Chi rientra in Italia secondo le modalità indicate sopra, anche se asintomatico, dovrà comunicare immediatamente l’ingresso nel territorio nazionale al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio e sarà sottoposto a sorveglianza sanitaria e a isolamento fiduciario per 14 giorni. Egli dovrà inoltre segnalare tempestivamente all’autorità sanitaria l’eventuale insorgenza di sintomi da COVID-19. La sorveglianza sanitaria e l'isolamento fiduciario non si estendono ai componenti del nucleo familiare eventualmente già presenti in Italia. La quarantena deve essere fatta da chiunque rientri in Italia, anche con mezzo privato.

L'isolamento può essere trascorso anche in un luogo diverso dalla propria abitazione, scelto dall'interessato. Se qualcuno, arrivando in Italia, non ha luogo dove passare la quarantena o non riesce a raggiungerlo (es. non può farsi venire a prendere, non trova una stanza d'albergo ecc.), allora dovrà trascorrere il periodo di isolamento in luogo deciso dalla Protezione Civile, con spese a carico dell'interessato.

A decorrere dal 3 giugno 2020, fatte salve le eventuali limitazioni disposte per specifiche aree del territorio nazionale e le eventuali limitazioni disposte in relazione alla provenienza da specifici Stati e territori, non sono soggetti ad alcuna limitazione gli spostamenti dai seguenti Stati:
a) Stati membri dell’Unione Europea;
b) Stati parte dell’accordo di Schengen;
c) Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del nord;
d) Andorra, Principato di Monaco;
e) Repubblica di San Marino e Stato della Città del Vaticano.

Dal 3 al 15 giugno 2020, restano vietati gli spostamenti dagli Stati e territori diversi da quelli indicati sopra, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute. Resta in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

Restano comunque valide eventuali ulteriori limitazioni all'ingresso in Bulgaria previste dalla normativa nazionale bulgara in vigore.

La disciplina dei transiti e dei soggiorni di breve durata in Italia (per un periodo non superiore a 72 ore, salvo motivata proroga per specifiche esigenze di ulteriori 48 ore) è disponibile nel dettaglio all'art. 5 del DPCM 17 maggio 2020.

Si segnala che una volta entrati in Italia sarà necessario mostrare alle forze dell'ordine l'autodichiarazione compilata attestante i motivi di spostamento sul territorio nazionale.

APPROFONDIMENTO: RECENTI MISURE ADOTTATE DALLE AUTORITA' ITALIANE

APPROFONDIMENTO: SITO DEL MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI E DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE ITALIANO

APPROFONDIMENTO: CITTADINI ITALIANI IN RIENTRO DALL'ESTERO E CITTADINI STRANIERI IN ITALIA


1099