Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Unioni civili e convivenze di fatto

 

Unioni civili e convivenze di fatto

UNIONI CIVILI

1. Trascrizione in Italia di provvedimento straniero già esistente
A seguito dell'entrata in vigore delle disposizioni transitorie (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri nr. 144 del 23.07.2016) della L. 76/2016 il cittadino italiano che abbia già contratto all'estero secondo la legge locale un matrimonio o un'unione civile con persona dello stesso sesso ha l'obbligo di provvedere alla trascrizione in Italia del provvedimento straniero.
I residenti nel territorio della Repubblica di Bulgaria potranno presentare la richiesta di trascrizione dietro presentazione della documentazione prevista, allo sportello della Cancelleria Consolare.

2. Costituzione di unione civile presso la Cancelleria Consolare dell’Ambasciata d’Italia a Sofia.
Le disposizioni transitorie di cui sopra hanno reso possibile la costituzione di un'unione civile anche presso l'Ufficio consolare italiano all'estero competente per il luogo di residenza del cittadino iscritto all'AIRE. La procedura prevede due momenti separati per i quali gli interessati dovranno aver fissato un appuntamento: la richiesta di costituzione dell'unione civile. Unitamente alla costituzione dell'unione civile, gli interessati potranno presentare eventuali accordi relativi alla scelta del cognome e al regime patrimoniale dei beni.

 

CONVIVENZE DI FATTO

Il 5 giugno 2016 è entrata in vigore la nuova legge n. 76/2016, che disciplina anche le convivenze di fatto. Il nuovo istituto prevede che alcuni dei diritti e facoltà inerenti conseguano al dato di fatto della convivenza stabile, non solo quale accertabile anagraficamente (dichiarazione anagrafica e conseguente registrazione in unica famiglia anagrafica), ma contraddistinta, rispetto alla mera coabitazione, dall'esistenza di legami affettivi di coppia.
La convivenza di fatto deve essere segnalata all'ufficio consolare competente per la zona di residenza. I cittadini italiani iscritti all'AIRE nella circoscrizione dell’Ambasciata d’Italia a Sofia potranno segnalare la loro convivenza utilizzando il modulo Dichiarazione di instaurazione di convivenza di fatto. Analogamente dovranno essere segnalate tutte le modifiche alla convivenza di fatto che dovessero intervenire successivamente alla sua costituzione. Il cambio di indirizzo di uno solo dei conviventi, per esempio, comporta la cessazione della convivenza di fatto. Altrettanto dicasi in caso di matrimonio o unione civile tra i conviventi o tra un convivente ed altra persona o la morte di uno dei conviventi.
Gli aspetti patrimoniali della convivenza possono essere regolati da un apposito contratto. Considerato che questa Cancelleria Consolare esercita anche funzioni notarili, per la stipula di un contratto di convivenza potrà essere presentata la richiesta presso la Cancelleria Consolare. Anche eventuali modifiche al contratto o la sua rescissione andranno effettuate o e notificate all'autorità consolare italiana, per la successiva trascrizione in Italia.

Formulari:

  1. Richiesta di costituzione di unione civile;
  2. Dichiarazione di instaurazione di convivenza di fatto.

 


Luogo:

Sofia

707