Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Trascrizione delle sentenze di divorzio bulgare

 

Trascrizione delle sentenze di divorzio bulgare

La richiesta di trascrizione di divorzio, corredata della documentazione sotto indicata, può essere presentata personalmente da chiunque ne abbia interesse (ex coniuge e/o figli) al Comune italiano dove è trascritto l’atto di matrimonio.

I cittadini italiani residenti in Bulgaria ed iscritti all’A.I.R.E. possono presentare la suddetta richiesta a questa Cancelleria Consolare per l’inoltro al Comune competente.

Documentazione da allegare, in originale, per la trascrizione di sentenze di divorzio pronunciate in Bulgaria:

1. Per le sentenze pronunciate prima del 01/03/2001:

a. Copia conforme della sentenza di divorzio legalizzata dal Cancelliere del tribunale che l’ha pronunciata e munita di apostille de L’Aja;

b. Traduzione integrale della sentenza in lingua italiana effettuata da un traduttore ufficiale (v. lista agenzie di traduzione);

c. Istanza di trascrizione di sentenza (vedi formulario istanza 1);

d. Fotocopia di un documento d’identità in corso di validità

2. Per le sentenze pronunciate dopo il 01/03/2001:

a. Certificato previsto dall’art.39, allegato I (Decisioni in materia matrimoniale) del regolamento CE N. 2201/2003 del 27 novembre 2003, che abroga il regolamento CE N. 1347/2000, rilasciato dal Tribunale che ha pronunciato la sentenza, tradotto da traduttore ufficiale;

b. In presenza di figli minori, anche il certificato previsto dall’art.39. allegato II (Decisioni in materia di potestà genitoriale) del regolamento CE N. 2201/2003 del 27 novembre 2003, che abroga il regolamento CE N. 1347/2000 rilasciato dal Tribunale che ha pronunciato la sentenza, tradotto da traduttore ufficiale;

c. Istanza di trascrizione di sentenza (vedi formulario istanza 2);

d. Fotocopia di un documento d’identità in corso di validità.

NOTA:

Nel caso di divorzio in contumacia, il richiedente deve produrre o il certificato del tribunale che ha emesso la sentenza e ha reso nota tale decisione al coniuge contumace o un'autocertificazione sottoscritta dal coniuge contumace di aver accettato inequivocabilmente la sentenza.

 


716