Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Cooperazione Politica

 

Cooperazione Politica

Cooperazione Politica

Le relazioni tra Italia e Bulgaria sono eccellenti sotto ogni aspetto e rappresentano un’autentica “partnership privilegiata”, arricchita dalla comune appartenenza alla UE ed alla NATO. Il dialogo politico è caratterizzato da grande intensità, come dimostrano le recenti visite ufficiali dell’ex Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, il 17 maggio 2018, in occasione del vertice UE-Balcani Occidentali e quella dell’attuale Ministro dei Beni culturali Alberto Bonisoli, dal 19 al 20 luglio 2018, in occasione di Matera e Plovdiv 2019.

Tra i due Paesi si registrano ampie convergenze e sinergie sui principali dossier dell’attualità internazionale: dalla crisi migratoria alla lotta al terrorismo internazionale, dal rilancio dell’Ue all’integrazione euro-atlantica dei Balcani Occidentali, dalla stabilizzazione delle aree di crisi alla diversificazione delle fonti di approvvigionamento energetico.

In questa prospettiva l’Italia appoggia con convinzione l’ingresso della Bulgaria nell’area Schengen perché ritiene che le condizioni necessarie per condividere questa comune risorsa e responsabilità siano state ormai realizzate.

Sistema politico

La Bulgaria è una Repubblica parlamentare, proclamata nell’aprile 1990, in cui il Presidente è eletto a suffragio universale diretto con un mandato di cinque anni. Il potere legislativo è affidato ad un’Assemblea Nazionale, composta da 240 membri eletti ogni quattro anni con sistema proporzionale e con una soglia del quattro per cento per la rappresentanza in Parlamento.

Il Governo risponde del suo operato all’Assemblea Nazionale. E’ composto da un Primo Ministro, nominato dal Presidente della Repubblica, dopo consultazione con i gruppi parlamentari, partendo da quello di maggioranza, e da Ministri proposti dal Primo Ministro.

Il Presidente della Repubblica è Rumen Radev, insediatosi il 22.01.2017 con un mandato di 5 anni. L'attuale governo si è insediato il 19 aprile 2017.

COMPOSIZIONE DEL GOVERNO PRESIEDUTO DA Boyko BORISSOV

Primo Ministro, Boyko BORISOV

Vice Primo Ministro con delega alla gestione dei Fondi Europei, Tomislav DONCHEV

Vice Primo Ministro con delega alle Politiche Economiche e Demografiche, Mariyana NIKOLOVA

Vice Primo Ministro con delega all’Ordine Pubblico e la Sicurezza e Ministro della Difesa, Krasimir KARAKACHANOV

Vice Primo Ministro con delega alla Riforma Giudiziaria e Ministro degli Affari Esteri, Ekaterina ZAHARIEVA

Ministro dell’Interno, Mladen MARINOV

Ministro delle Finanze, Vladislav GORANOV

Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Biser PETKOV

Ministro dello Sviluppo Regionale e dei Lavori Pubblici, Petya AVRAMOVA

Ministro dell’Istruzione e delle Scienze, Krasimir VALCHEV

Ministro della Salute, Kiril ANANIEV

Ministro della Giustizia, Danail KIRILOV

Ministro della Cultura, Boil BANOV

Ministro dell’Ambiente, Neno DIMOV

Ministro dell’Agricoltura e delle Politiche Alimentari - Dessislava TANEVA

Ministro dei Trasporti, delle Tecnolgie dell'Informazione e delle Comunicazioni, Rossen JELIAZKOV

Ministro dell’Economia, Emil KARANIKOLOV

Ministro dell’Energia, Temenuzhka PETKOVA

Ministro del Turismo, Nikolina ANGELKOVA

Ministro della Gioventù e dello Sport, Krasen KRALEV

Il Presidente della Repubblica è Rumen RADEV, dal 22.01.2017 con mandato di 5 anni.

 

Dati d'interesse :

Superficie: 110.994 Kmq

Capitale: Sofia (1.208.097)

Principali altre città: Plovdiv (338.184), Varna (334.781), Burgas (199.484), Blagoevgrad (70.656)
Nome ufficiale: Republika Balgarija

Forma di Governo: Repubblica
Capo dello Stato: Rumen Radev

Capo del Governo: Boyko Borissov

Ministro degli Esteri: Ekaterina Zaharieva

Sistema Legislativo: Monocamerale. L’Assemblea Nazionale esercita il potere legislativo e il diritto di controllo parlamentare. E’ costituita da 240 membri, eletti con sistema proporzionale e con una soglia del quattro per cento per la rappresentanza in Parlamento.

Sistema Legale: Il potere giudiziario è indipendente. La Corte Costituzionale controlla la costituzionalità delle leggi e dei trattati internazionali, si pronuncia in materia di controversie, in materia di elezioni del Presidente, del Vice – presidente e dei deputati e giudica in materia di conflitti di competenza tra i vari poteri ed organi dello Stato.

 


16