Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

EMERGENZA COVID-19 - TUTTI GLI APPROFONDIMENTI

Data:

02/07/2021


EMERGENZA COVID-19 - TUTTI GLI APPROFONDIMENTI

Per l'ingresso in Italia dalla Bulgaria è necessario presentare uno dei seguenti certificati:

1. Presentazione di un certificato di completamento del ciclo vaccinale (vaccini riconosciuti da EMA) e siano trascorsi almeno 14 giorni dalla somministrazione dell’ultima dose;
2. Presentazione di un certificato di guarigione dal COVID-19;
3. Presentazione di un test PCR o antigenico negativo al COVID effettuato massimo 48 ore prima dell’ingresso nel Paese;

Tutti i passeggeri in ingresso in Italia devonoo compilare il Modulo di localizzazione Passeggero Digitale Europeo (European Digital Passenger Locator Form - dPLF) prima del proprio ingresso sul territorio nazionale. In assenza di tale modulo le compagnie aeree sono tenute a non consentire l'imbarco.

 

 Per l'ingresso in Bulgaria dall'Italia è necessario presentare uno dei seguenti certificati:

1. Presentazione di un certificato di completamento del ciclo vaccinale e siano trascorsi almeno 14 giorni dalla somministrazione dell’ultima dose;
2. Presentazione di un test positivo al COVID (PCR o antigienico) effettuato almeno 15 giorni prima dell’ingresso e massimo 180 giorni prima;
3. Presentazione di un test PCR negativo al COVID effettuato massimo 72 ore prima dell’ingresso nel Paese;
4. Presentazione di un test antigienico negativo al COVID effettuato massimo 48 ore prima dell’ingresso nel Paese.

  

Per maggiori informazioni e dettagli si prega consultare le sezioni di approfondimento della presente pagina.

Per maggiori informazioni circa la normativa vigente per gli ingressi dall'estero in Italia: SITO VIAGGIARE SICURI

Devi recarti all'estero dall'Italia o rientrare in Italia dall'estero? Consulta il QUESTIONARIO GUIDA DI VIAGGIARE SICURI

DATI AGGIORNATI SITUAZIONE COVID IN ITALIA 

 

Indice dei contenuti:

PER CHI ARRIVA IN BULGARIA DALL'ITALIA

PER CHI SI RECA IN ITALIA

VACCINO ANTI COVID-19

--------

PER CHI ARRIVA IN BULGARIA DALL'ITALIA:

I Paesi stranieri sono classificati in tre categorie: VERDE, ARANCIONE e ROSSO.

 L'assegnazione delle diverse categorie viene periodicamente aggiornata ed è consultabile QUI.

PAESI VERDI

Per l'ingresso in Bulgaria dai Paesi VERDI (al momento Austria, Polonia, Slovacchia, Ungheria, Finlandia, Norvegia, Stato della Città del Vaticano, Repubblica Ceca, Lussemburgo e Romania, Danimarca, Italia, Spagna, Malta) è necessario presentare uno dei seguenti certificati:

1. Presentazione di un certificato di completamento del ciclo vaccinale e siano trascorsi almeno 14 giorni dalla somministrazione dell’ultima dose;
2. Presentazione di un test positivo al COVID (PCR o antigienico) effettuato almeno 15 giorni prima dell’ingresso e massimo 180 giorni prima;
3. Presentazione di un test PCR negativo al COVID effettuato massimo 72 ore prima dell’ingresso nel Paese;
4. Presentazione di un test antigienico negativo al COVID effettuato massimo 48 ore prima dell’ingresso nel Paese.

I certificati di cui sopra (in bulgaro / in inglese) devono riportare gli estremi d’identità del soggetto (nome, cognome e data di nascita); la tipologia del test/vaccino effettuato (nel caso del vaccino anche il numero di lotto); la data di effettuazione del test/vaccino; e gli estremi del laboratorio autorizzato alla somministrazione del test o nel caso del vaccino gli estremi dell’Autorità sanitaria che ha emesso il certificato.

In caso di assenza di uno dei 4 certificati di cui sopra, vige l'obbligo di quarantena per un periodo di 10 giorni presso la propria abitazione o altro luogo di soggiorno presso il quale il soggetto ha dichiarato di risiedere. In tali casi l'isolamento potrà essere interrotto sostenendo il test presso i laboratori riconosciuti nella Repubblica di Bulgaria entro 24 ore dall'ingresso nel Paese e riportando la negatività al virus.

PAESI ARANCIONI

Per l'ingresso in Bulgaria dai Paesi ARANCIONI (al momento tutti i Paesi salvo quelli ROSSI e quelli VERDI, in particolare Germania, Estonia, Croazia e San Marino) è necessario presentare uno dei seguenti certificati:

1. Presentazione di un certificato di completamento del ciclo vaccinale e siano trascorsi almeno 14 giorni dalla somministrazione dell’ultima dose;
2. Presentazione di un test positivo al COVID (PCR o antigienico) effettuato almeno 15 giorni prima dell’ingresso e massimo 180 giorni prima;
3. Presentazione di un test PCR negativo al COVID effettuato massimo 72 ore prima dell’ingresso nel Paese;
4. Presentazione di un test antigienico negativo al COVID effettuato massimo 48 ore prima dell’ingresso nel Paese.

Fino al 5% dei viaggiatori in ingresso (selezionato casualmente) potrà poi essere sottoposto ad un test antigenico al momento dell'arrivo nel Paese.

Non è ammesso l'ingresso in Bulgaria in provenienza dai Paesi ARANCIONI in assenza dei certificati di cui sopra.

PAESI ROSSI

L'ingresso in Bulgaria in provenienza dai Paesi ROSSI (al momento India, Bangladesh, Nepal, Myanmar, Bhutan, Sri Lanka, Maldive, Sud Africa, Botswana, Tanzania, Seychelles, Namibia, Zambia, Oman, Malaysia, Turkmenistan, Tagikistan, Kirghizistan, Mongolia, Colombia, Cile, Uruguay, Argentina, Brasile, Paraguay, Bolivia, Perù, Suriname, Panama, Costa Rica, Guatemala, Belize, El Salvador, Cuba, Repubblica Dominicana, Cipro, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, Figi, Georgia, Israele, Esvatini, Iran, Repubblica di Macedonia del Nord, Montenegro, Kosovo, Kazakistan, Stati Uniti d'America, Santa Lucia, Federazione di St. Kitts e Navis, Irlanda, Grenada, Serbia, Suriname, Palestina) è VIETATO.

Possono fare il loro ingresso nel Paese solo i viaggiatori che rientrano nelle seguenti categorie e devono necessariamente presentare COVID digitale valido dell’UE per vaccinazione, per guarigione o di un documento analogo OLTRE ad un certificato di test PCR negativo effettuato massimo 72 ore prima dell'arrivo in Bulgaria (ci sono ulteriori possibilità di presentazione di documenti per l'ingresso, si prega di consultare la traduzione dell'intera ordinanza n. 645):

- I cittadini bulgari e le persone con statuto di residenza di lungo termine in Bulgaria e i membri delle loro famiglie;
I cittadini dell'Unione Europea, dello Spazio economico europeo e della Confederazione Svizzera e i membri delle loro famiglie che provengono da uno Stato membro dell'Unione Europea, dallo Spazio economico europeo e dalla Confederazione Svizzera;
- Gli specialisti medici, ricercatori medici, assistenti sociali e i loro dirigenti, quando lo scopo del viaggio è inerente alla professione da loro svolta;
- I lavoratori impiegati nella consegna di medicinali, prodotti medici e mezzi di protezione individuale, apparecchiature mediche, incluse le attività di montaggio e manutenzione delle stesse;
- I funzionari ufficiali (capi di Stato, membri di governi ecc.) e i membri delle loro delegazioni, unitamente a diplomatici, membri del personale tecnico-amministrativo di rappresentanze straniere, impiegati di organizzazioni internazionali, militari, funzionari addetti alla sicurezza e all'ordine pubblico e operatori umanitari per adempiere alle loro funzioni; così come i membri delle loro famiglie;
- I soggetti in viaggio per ragioni umanitarie;
- I lavoratori stagionali agricoli e lavoratori nel settore del turismo;
- I cittadini stranieri in viaggio per ritiro di un decreto ai sensi della Legge sulla cittadinanza bulgara. Il fatto deve essere attestato con una lettera del Ministro della Giustizia.

 

ECCEZIONI ALLE RESTRIZIONI IN INGRESSO

Sono esenti dal rispetto dei requisiti di cui sopra e possono quindi fare liberamente il loro ingresso nel PAese senza alcuna restrizioni i seguenti viaggiatori:

a) autisti o assistenti di autobus operanti il traporto internazionale di passeggeri;

b) autisti di camion che effettuano o concludono il trasporto internazionale di beni e merci nel territorio della Bulgaria;

c) membri dell’equipaggio di imbarcazioni e i soggetti impegnati con la manutenzione delle imbarcazioni stesse, i quali, facendo ingresso nel territorio della Bulgaria adempiono ai loro doveri professionali;
d) i membri dell’equipaggio degli aeromobili e i soggetti impegnati nelle operazioni di assistenza tecnica degli aeromobili;
e) lavoratori frontalieri;
f) studenti che vivono in Grecia, Turchia, Serbia, Repubblica di Macedonia del Nord e Romania e viaggiano quotidianamente, o almeno una volta alla settimana, in Bulgaria per motivi di studio, nonché gli studenti che vivono in Bulgaria e viaggiano quotidianamente, o almeno una volta alla settimana, in Grecia, Turchia, Serbia, Repubblica di Macedonia del Nord e Romania per motivi di studio;
g) soggetti in transito attraverso il territorio della Repubblica di Bulgaria;
h) bambini di età inferiore di 12 anni in arrivo da Paesi di zona Verde o Arancione;
i) Soggetti in arrivo da paesi con qui la Bulgaria ha un accordo di ingresso libero reciproco (al momento Romania)

 

RESTRIZIONI IN VIGORE NEL PAESE

E' obbligatorio indossare la mascherina di protezione in tutti i luoghi pubblici (ad eccezione dei ristoranti e dei bar) ed i tutti luoghi pubblici all'aperto laddove non sia possibile rispettare la distanza fisica di almeno 1,5 m. 

Sono ancora in vigore misure restrittive all’apertura e all’operatività delle attività economiche tra cui bar e ristoranti. Per approfondimenti si invita a prendere visione della normativa vigente nel Paese negli approfondimenti di seguito.

Le Autorità bulgare raccomandano, in caso di esposizione a possibili contagi (ad esempio dopo il rientro da un Paese ove sono presenti casi di Coronavirus) e in caso di presenza di sintomi influenzali di NON recarsi in ospedale o presso il proprio medico, ma di contattare il numero unico di emergenza 112 (attivo in diverse lingue compreso l'inglese).

Per maggiori informazioni consultare il sito VIAGGIARE SICURI

Sito del Ministero della Salute Bulgaro (contenuti SOLO in bulgaro) con le informazioni fornite dalle Autorità sanitarie bulgare circa le misure attuate

Sito del Ministero degli Affari Esteri bulgaro con informazioni in inglese circa le misure adottate nel Paese. Informazioni possono essere richieste contattando i numeri sempre attivi messi a disposizione dalle Autorità bulgare (+35929482404; +35929713856) o via mail scrivendo a: crisis@mfa.bg

Sito dedicato all'emergenza COVID-19 creato dalle Autorità bulgare con i principali approfondimenti e le informazioni circa l'emergenza nel Paese.

 

MODULO AUTOCERTIFICAZIONE PER INGRESSO IN BULGARIA

APPROFONDIMENTO: NORMATIVA VIGENTE IN BULGARIA

APPROFONDIMENTO: SITO VIAGGIARE SICURI - FOCUS BULGARIA

APPROFONDIMENTO: MISURE A SOSTEGNO DELLE IMPRESE IN BULGARIA

APPROFONDIMENTO: MISURE A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE IN BULGARIA

APPROFONDIMENTO: LABORATORI OVE EFFETTURE TEST PCR IN BULGARIA

 --------------------

PER CHI SI RECA IN ITALIA:

Informazioni aggiornate sulla normativa vigente in per gli ingressi in Italia dall'estero sono disponibili sul sito Viaggiare Sicuri.

 

INGRESSI IN ITALIA 

In caso di soggiorno o transito in Bulgaria (Elenco C dell'Allegato 20 al DPCM 2 marzo 2021) nei 14 giorni precedenti per l'ingresso in Italia è obbligatorio presentare uno dei seguenti certificati (in italiano, inglese, france o spagnolo):

1. Presentazione di un certificato di completamento del ciclo vaccinale (vaccini riconosciuti da EMA) e siano trascorsi almeno 14 giorni dalla somministrazione dell’ultima dose;
2. Presentazione di un certificato di guarigione dal COVID-19;
3. Presentazione di un certificato di test PCR o antigenico negativo effettuato massimo 48 ore prima dell’ingresso nel Paese;

Tutti i passeggeri in ingresso in Italia devono inoltre compilare il Modulo di Localizzazione Passeggero Digitale Europeo (European Digital Passenger Locator Form dPLF) prima del proprio ingresso sul territorio nazionale. Trattandosi di un obbligo di legge, le compagnie di trasporto sono tenute a non consentire l’imbarco in caso di mancata compilazione del PLFPer maggiori informazioni vedere il punto seguente - MODULO DI LOCALIZZAZIONE DIGITALE EUROPEO.

Per quanto concerne l'ingresso in Italia dei minorenni:

a) i minori di età tra i 6 anni compiuti e i 18 anni non compiuti, se viaggiano con genitore/accompagnatore con certificato verde non devono fare la quarantena, ma devono presentare il certificato di negatività al test (PCR o antigenico, fatto massimo 48 ore prima dell'ingresso nel Paese);
b) i minori di 6 anni non devono fare il tampone in alcun caso e sono anche esentati da quarantena se viaggiano con genitore/accompagnatore con certificato verde.

Tutte le informazioni su che cos'è e come si ottiene la Certificazione verde COVID-19 in Italia sono reperibili sul portale dedicato: Home - Certificazione verde COVID-19 (dgc.gov.it).

Per ogni informazione e approfondimento, si raccomanda di prendere attenta visione della pagina del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale relativa ai “Cittadini Italiani in rientro dall’estero e cittadini stranieri in Italia”.

 

MODULO DI LOCALIZZAZIONE PASSEGGERO DIGITALE EUROPEO - dPLF

Tutti i passeggeri in ingresso in Italia devono compilare il dPLF prima del proprio ingresso sul territorio nazionale seguendo le istruzioni di seguito riportate:

1. collegarsi al sito: https://app.euplf.eu/#/
2. seguire la procedura guidata per accedere al dPLF
3. scegliere “Italia” come Paese di destinazione
4. registrarsi al sito creando un account personale con user e password (è necessario farlo solo la prima volta)
5. confermare l’account tramite il link arrivato all’indirizzo email indicato (è necessario farlo solo la prima volta)
6. compilare ed inviare il dPLF seguendo la procedura guidata

Una volta inviato il modulo, il passeggero riceverà all'indirizzo e-mail indicato in fase di registrazione, il dPLF in formato pdf e QRcode che dovrà mostrare al momento dell’imbarco.

È necessario compilare un modulo per ciascun passeggero adulto. In caso di presenza di minori quest’ultimi potranno essere registrati nel modulo dell’adulto accompagnatore. In caso di minori non accompagnati, il dPLF dovrà essere compilato dal tutore prima della partenza.

Trattandosi di un obbligo di legge, le compagnie di trasporto sono tenute a non consentire l’imbarco in caso di mancata compilazione del PLF.

Per maggiori informazioni ed istruzioni sulla compilazione del dPLF è possibile consultare questo approfondimento sul sito del Ministero della Salute.

 

RESTRIZIONI IN VIGORE SUL TERRITORIO NAZIONALE

Dal 6 agosto 2021 sarà obbligatorio essere in possesso del Green Pass per accedere ad alcuni esercizi pubblici ed attività specifiche.

Per maggiori informazioni consultare la seguente pagina web del Governo Italiano: https://www.governo.it/it/articolo/comunicato-stampa-del-consiglio-dei-ministri-n-30/17514 

 Il territorio italiano risulta suddiviso in diverse aree di rischio con la conseguente applicazione di misure restrittive di tipologia ed intensità diversa. Sul sito della Presidenza del Consiglio di Ministri è possibile vedere una sintesi delle restrizioni in vigore per le diverse aree di rischio. Si invitano quindi i viaggiatori a prendere attenta visione della normativa applicabile alla Regione di interesse prima di intraprendere il viaggio. Sul sito del Ministero della Salute italiano è possibile consultare il quadro aggiornato delle categorie di rischio associate alle diverse Regioni. 

Per maggiori informazioni circa le restrizioni in vigore sul territorio italiano si invita a consultare la pagina dedicata del sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Per eventuali ulteriori dettagli circa le modalità di applicazione della normativa vigente, è possibile contattare il Ministero della Salute italiano ai seguenti recapiti:
• dall’Italia numero gratuito 1500
• dall’estero ai numeri 00390232008345 ; 00390283905385

 

MODULO DI LOCALIZZAZIONE PASSEGGERO DIGITALE EUROPEO - dPLF

MODULO AUTODICHIARAZIONE PER INGRESSO IN ITALIA

ALLEGATO ALL'AUTODICHIARAZIONE PER INGRESSO IN ITALIA

--------

APPROFONDIMENTO: ORDINANZA 28 AGOSTO 2021 (IN VIGORE)

APPROFONDIMENTO: ORDINANZA 29 LUGLIO 2021 (IN VIGORE)

APPROFONDIMENTO: DECRETO-LEGGE 23 luglio 2021, n. 105 - GREEN PASS (IN VIGORE)

APPROFONDIMENTO: ORDINANZA 18 GIUGNO 2021 (IN VIGORE)

APPROFONDIMENTO: DPCM 17 GIUGNO 2021 - CD GREEN PASS ( IN VIGORE)

APPROFONDIMENTO: ORDINANZA 14 MAGGIO 2021 (IN VIGORE)

APPROFONDIMENTO: DPCM 2 MARZO 2021 (IN VIGORE)

APPROFONDIMENTO: ALLEGATI AL DPCM 2 MARZO 2021 (IN VIGORE)

--------

APPROFONDIMENTO: SINTESI DELLE RESTRIZIONI IN VIGORE NELLE DIVERSE AREE DI RISCHIO

APPROFONDIMENTO: AUTODICHIARAZIONE PER I MOVIMENTI INTERNI AL TERRITORIO NAZIONALE

APPROFONDIMENTO: SITO VIAGGIARE SICURI SULLE MISURE VIGENTI PER GLI INGRESSI DA ESTERO IN ITALIA

APPROFONDIMENTO: QUESTIONARIO GUIDA DI VIAGGIARE SICURI

APPROFONDIMENTO: CITTADINI ITALIANI IN RIENTRO DALL'ESTERO E CITTADINI STRANIERI IN ITALIA

--------

APPROFONDIMENTO: RECENTI MISURE ADOTTATE DALLE AUTORITA' ITALIANE

APPROFONDIMENTO: SITO DEL MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI E DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE ITALIANO

APPROFONDIMENTO: SITO DEL MINISTERO DELLA SALUTE SULLA SITUAZIONE EPIDEMIOLOGICA IN ITALIA

APPROFONDIMENTO: SITO EUROPEAN CENTRE FOR DISEASE PREVENTION AND CONTROL - SITUAZIONE UE

--------

VACCINO ANTI COVID-19

Il 27 dicembre 2020 (Vaccine Day) ha avuto inizio in Italia ed in Europa la campagna di vaccinazioni per il Covid-19.

Secondo le linee guida del Piano strategico nazionale italiano per la vaccinazione anti-SARS-CoV-2/COVID-19, elaborato da Ministero della Salute, Commissario Straordinario per l’Emergenza, Istituto Superiore di Sanità, Agenas e Aifa, la campagna di vaccinazioni in Italia presenta i seguenti punti fondamentali:

  • vaccinazione gratuita e garantita a tutti;
  • oltre 202 milioni di dosi disponibili in Italia in base agli accordi stipulati, e dopo autorizzazione dell'EMA e dell'AIFA;
  • 27 dicembre 2020, inizio vaccinazione in Italia ed Europa (Vaccine Day);
  • identificazione delle categorie da vaccinare con priorità nella fase iniziale a limitata disponibilità dei vaccini: operatori sanitari e sociosanitari, residenti e personale delle Rsa per anziani;
  • logistica, approvvigionamento, stoccaggio e trasporto, di competenza del Commissario Straordinario;
  • governance del piano di vaccinazione, assicurata dal coordinamento costante tra il Ministero della Salute, la struttura del Commissario Straordinario e le Regioni e Province Autonome;
  • sistema informativo per gestire in modo efficace, integrato, sicuro e trasparente la campagna di vaccinazione;
  • farmacosorveglianza e sorveglianza immunologica per assicurare il massimo livello di sicurezza nel corso di tutta la campagna di vaccinazione e la risposta immunitaria al vaccino.

 

Anche in Bulgaria la campagna di vaccinazioni ha avuto inizio il 27 dicembre 2020 e sta proseguendo in tutto il Paese. I cittadini stranieri residenti in Bulgaria nel caso lo desiderino possono ricevere il vaccino da parte delle Autorità sanitarie bulgare, iscrivendosi tramite i loro medici generici o presso gli uffici dell'Ispettorato sanitario distrettuale competente.

A partire dal 19 febbraio 2021, sono stati attivati in Bulgaria 352 punti vaccinali (qui la lista completa) ove, avvalendosi di speciali Corridoi Verdi, tutti gli individui residenti nel Paese (a prescindere quindi dall'età o dalla specifica classe di rischio) potranno richiedere e ricevere il vaccino anti COVID-19 in quel momento disponibile.

Tutti gli individui residenti in Bulgaria ed in possesso di un numero di previdenza personale rilasciato dalle Autorità bulgare, possono inoltre prenotare il proprio vaccino sul sito internet dedicato: https://his.bg/

 

CERTIFICATI VERDI VACCINALI RILASCIATI DALLA BULGARIA

Il rilascio di Certificati Verdi Vaccinali bulgari è competenza esclusiva delle Autorità sanitarie bulgare.

Il certificato è scaricabile dal sito https://his.bg/ oppure può essere richiesto in forma cartacea presso il centro che ha effettuato la vaccinazione.

In caso di errori dei dati anagrafici riportati sul certificato, è necessario scrivere una mail al seguente indirizzo di posta elettronica mhcallcenter@mh.government.bg, indicando l’errore e chiedendo che venga rettificato, allegando copia del documento di identità e del certificato vaccinale errato.

 

ATTESTAZIONE DI GUARIGIONE DA COVID IN BULGARIA

Il rilascio di certificati che attestino l’avvenuta guarigione da COVID è a cura delle competenti Autorità sanitarie bulgare.

L’attestazione è scaricabile dal sito https://his.bg/ oppure può essere richiesta al medico/struttura sanitaria curante oppure al Ministero della Salute bulgaro.

Per approfondimenti visitare il sito https://www.mh.government.bg/en/contacts; per assistenza o maggiori informazioni, è possibile scrivere una mail a goreshtalinia@mh.government.bg 

 

--------

APPROFONDIMENTO: PIANO VACCINI ANTI COVID-19 (SITO DEL MINISTERO DELLA SALUTE ITALIANO)

APPROFONDIMENTO: DOMANDE E RISPOSTE SUL VACCINO (MINISTERO DELLA SALUTE ITALIANO)

APPROFONDIMENTO: DOMANDE E RISPOSTE SUL VACCINO (AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO ITALIANO)

APPROFONDIMENTO: INFORMAZIONI SUL VACCINO IN BULGARIA (MINISTERO DELLA SALUTE BULGARO)

APPROFONDIMENTO: PRENOTAZIONE DEL VACCINO IN BULGARIA (SOLO PER RESIDENTI IN BULGARIA)

 


1099